Marche '800

Associazione Culturale

seguici

     

I Fondatori



Modulo Login

Notte a Palazzo

Eventi
Data: 2016-12-03 19:00

Luogo: Palazzo Carradori Montefano  |  Città: Montefano, Italia

Il Direttivo dell'Associazione Marche '800 organizza l'Evento "Notte a Palazzo".

Siamo lieti di proporvi uno dei momenti societari più importanti del XIX secolo.

Un ritrovo all'insegna del piacere della buona tavola, della danza e della musica nel prestigioso Palazzo Carradori di Montefano. Verrà servita la cena con menù a tema e piatti della tradizione locale, seguita dal piacere della musica dei principali compositori dell'epoca ottocentesca e dalla coinvolgente danza di società. All'ingresso del Palazzo vi verrà distribuito il carnet de ball, che per gioco, tradizione ed etichetta, vi consentirà di vivere un frammento dell'epoca romantica.

L'aperitivo di inizio serata verrà servito alle ore 19:00 

Palazzo Carradori si trova a Montefano in via della Vittoria, 7.

Dress code: abito ottocentesco o da sera.

E' richiesta la prenotazione entro il 26 novembre 2016 scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamando lo 377.2756496 o 338.4470041

 

         

 

 

 

Cenni Storici

Il monumentale Palazzo Carradori, di cui fa parte l’attuale Albergo Ristorante, posto nel centro storico di Montefano, prende il nome dalla nobile famiglia che lo costruì e che ne è ancora proprietario con una propria erede, la M.sa Edvige Rangeni Machiavelli .

Della presenza della Famiglia Carradori nel territorio di Montefano si hanno notizie certe dal sec. X…. quando gli storici ricordano che già in quel tempo i Carradori risiedevano in questi luoghi, anche se, quasi sicuramente, non nell’attuale Palazzo di via della Vittoria.

Si ha notizia certa, inoltre, che il 20 febbraio 1504 il nobile Baglione Bonaccorsi, con proprio testamento nominò erede Ludovico Carradori dei propri territori della Marca.

Il 6 settembre 1586, Papa Pio V, con proprio Bella, ordinò che i “Possedimenti del territorio di Montefano (Conti Carradori) conservassero e mettessero a disposizione della popolazione un terzo del raccolto del grano fino alla fine del mese di agosto”.

Nelle “Memorie storiche di Montefano della Marca”, curato dai Proff. Luciano Egidi e Mario Maggi, riguardo a Baglione Carradori, sacerdote e Vescovo monte fanese, si legge che “i suoi cittadini hanno ricordato il presule patrizio Baglione Carradori, essendo ancora in vita, attraverso una breve iscrizione collocata nel cortile interno del Palazzo Rangoni-Machiavelli nel 1624”.

L’iscrizione su pietra è tutt’ora esistente nel cortile interno del Palazzo.

Sia ha anche la testimonianza certa del coinvolgimento dei Carradori nella vita pubblica di Montefano nell’anno 1750 quando tra i rappresentanti (oratores) inviati dai Comuni al “Parlamentum Provinciae” (che ebbe origine nella seconda metà del ‘500) a Congregazione a Consiglio Provinciale, si trovavano i nomi delle famiglie più importanti della provincia e, tra queste, anche quella dei Carradori di Montefano.

Relativamente al Palazzo non si hanno notizie storiche certe in merito alla sua costruzione, che venne completata nell’attuale consistenza, con ogni probabilità, nel corso di due secoli, prima realizzando i piani inferiori, poi quelli residenziali ed infine quelli, incompiuti, in cui si trova l’attuale Albergo Ristorante.

Si sa per certo che nell’anno 1783 esisteva già Palazzo Carradori, in quanti se ne ha testimonianza in occasione del “ contratto di costruzione di Casa Consoli”.

In un rapporto del Consiglio Comunale del 30 agosto 1847 in merito alla costruzione del torre pubblica, si legge che venne chiesta al conte Telesforo Carradori un suo locale posto dell’odierna Piazza Bracaccini.

Il proprietario, in quella occasione, rispose negativamente ed offrì in alternativa un’altra area di sua proprietà.

Nel novembre 1860 Palazzo Carradori fu utilizzato in occasione delle votazioni per l’annessione a membro della Monarchia Costituzionale di Vittorio Emanuele II, allorquando il conte Filippo Carradori aprì le sale del Palazzo per consentire a tutti, ed in particolare ai suoi numerosi coloni, di esprimere la loro volontà attraverso il voto (per inciso i votanti furono 135225 su di un totale di 212000 elettori e si espressero favorevolmente all’annessione in 133783 contro 1212 contrari).

 

Nel 1871 il Consiglio Comunale ravvisò la necessità di costruzione di una neviera per avere un deposito abbondante di ghiaccio anche nella stagione estiva (per impacchi terapeutici e per ingerire triturato con il limone nel caso si fosse ripetuta l’epidemia di peste come nel 1855). La nuova neviera venne costruita nel boschetto di Palazzo Carradori.

 

 

 

 

 

 

 

Telefono
377.2756496
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito internet
Luogo
Via della Vittoria, 7
62010 Montefano MC, Italia

 

Google Maps


 

Altre date


  • 2016-12-03 19:00
 

Powered by iCagenda